Prima l'elemosina poi arriva il ricatto a luci rosse

Ha tentato fino all’ultimo di convincerlo a desistere dai suoi loschi propositi. Ha provato a muovere in lui un briciolo di compassione, facendogli comprendere quanto grave fosse il suo intento. Nulla da fare. Marius Aurel Ciurar aveva organizzato tutto alla perfezione. E pretendeva quei soldi, 5mila euro, come contropartita per non divulgare il video, realizzato col telefonino, della scena di sesso tra lui e quello che per mesi è stato il suo benefattore,

un ex commerciante anconetano di 70 anni. “Ne ho bisogno, ho fame e devo mantenere la mia famiglia”, ha detto il 27enne romeno nell’ultimo incontro con l’uomo.  Il ragazzo non sapeva che ad ascoltarlo, nel bar del Piano in cui martedì scorso aveva dato appuntamento al pensionato per riscuotere mille euro di acconto come frutto del tentativo di estorsione, c’erano 5 poliziotti: due, in abiti civili, sorseggiavano un caffè al bancone. Uno era nascosto in bagno. Altri due si erano vestiti da baristi e hanno portato un succo di frutta e una birra al tavolo dove erano seduti il 70enne e il ragazzo. Altri 4 agenti osservavano la scena nascosti dietro le tapparelle di appartamenti vicini. Si temeva che il ragazzo e i suoi complici potessero essere armati. Quando è avvenuto lo scambio di denaro, contenuto in una busta, i poliziotti della Mobile sono intervenuti per arrestare Marius ora rinchiuso a Montacuto.
E’ accusato di estorsione, ma anche di violenza sessuale perché il pensionato che per settimane l’ha ospitato in casa, sostiene di essere stato costretto ad intrattenere con lui un rapporto orale. Lo stesso che il romeno aveva immortalato a sua insaputa col cellulare, dopo essere uscito dalla doccia e aver acceso la Tv per guardare un film porno. Tutto è nato mesi addietro da un’elemosina elargita in strada. Poi gli incontri si sono ripetuti, fino a quando l’ex commerciante, mosso da compassione per quel giovane indigente, gli ha proposto di andare a vivere a casa sua. Mai si sarebbe immaginato che un giorno Marius, a cui aveva offerto denaro e ospitalità, gli avrebbe voltato le spalle. Il tentativo di estorsione si è consumato martedì mattina in un bar del Piano, dove il 27enne, che era scomparso e poi si era rifatto vivo con sms e telefonate minatorie, aveva dato appuntamento al suo “pigmalione”, che aveva avvertito la polizia.
E’ sceso dall’autobus accompagnato da due connazionali che hanno perlustrato la zona per verificare che non ci fossero agenti e poi si sono allontanati (verranno fermati e denunciati). Al tavolo col giovane, il pensionato ha tentato di convincerlo a desistere. “Perché mi fai questo? Io ti ho dato tutto e tu mi ripaghi così?”, gli ha chiesto. “Ho bisogno di soldi, devo mantenere la mia famiglia”, ha risposto quello. Poi la consegna della busta con i mille euro di acconto e l’intervento dei poliziotti. (Fonte: Corriere Adriatico)

Su Discovery 2 Spazio

Questo sito è fortemente contrario alla caccia

L'ultima Foto

Varie 2015
Image Detail

NASA PICTURES

 Donazione con PayPal

Anche qualche spicciolo per noi significa tanto. Con PayPal o richiedi il numero di PostePay

Il numero di WhatsApp di tutto il gruppo è 340.666.74.51

I consigli di Google

Who's Online

Abbiamo 856 visitatori e nessun utente online

Easy File Uploader


Scudo Geomagnetico

A Diesel e tanti altri...

Da Discovery 2 Radio

Daily

 

 

 

ZAZOOM

Segnala a Zazoom - Blog Directory