Auto connesse, facciamo il punto

Solo in alcuni ambiti della vita quotidiana, il progresso è diventato così "tangibile" come nella connessione Internet per le nostre auto. Quello che un tempo erano solo desideri e aspirazioni, è oggi diventato realtà. Da tempo, assistenti tecnologici connessi alla rete, ci aiutano nella vita di tutti i giorni, ad esempio, sostituendosi ai conducenti nella guida in autostrada. Tutto questo non è offerto solo da costose auto di lusso; anche le utilitarie sono dotate di sistemi connessi alla rete in grado di individuare la stazione di rifornimento più economica o posti liberi nei parcheggi. Nella connessione alla rete, l'auto può essere paragonata a smartphone e tablet? Sì. Non si tratta più di un "sogno", ormai è un trend consolidato. Già nel 2020, in tutto il mondo, qualsiasi auto nuova dovrà offrire la possibilità di essere connessa alla rete.

Ma non è ancora tutto, perché l'industria automobilistica è sempre in fermento e spuntano continuamente nuove sperimentazioni. Ma quali saranno i progetti più convincenti? Scopriamo in questo reportage sulla situazione attuale delle Connected Car. INTEGRAZIONE DEL TELEFONO Lo smartphone è ormai diventato la "sala comandi" della nostra vita quotidiana e l'industria automobilistica cerca quindi di collegare alla rete auto e smartphone, nel modo migliore. Audi Q2 - Phonebox.Audi offre per la prima volta in un Mini-SUV, un'integrazione totale con lo smartphone. Il telefono, attraverso una speciale antenna nel portaoggetti, si collega in modalità wireless a un'antenna esterna, migliorando la ricezione. Inoltre, i telefoni che supportano questa tecnologia, potranno essere ricaricati via wireless.Opel Adam - Ricarica a induzione.Opel, per l'utilitaria Adam, offre un sistema per la ricarica a induzione del telefono cellulare. In questo modo la batteria si ricaricherà in modalità wireless durante la marcia. La concorrenza offre questo sistema solo per modelli di auto più grandi e costose.Volvo - Smartphone anziché le chiavi per l'auto.Volvo sarà la prima casa automobilistica al mondo che eliminerà le chiavi per l'auto. L'apertura avverrà tramite smartphone. Grazie a un'app sarà possibile aprire e chiudere le portiere via Bluetooth, nonché avviare il motore. Volvo ha presentato questa nuova tecnologia al Mobile World Congress e, nella prossima primavera, verrà effettuato il primo test a Goteborg. In seguito, questa tecnologia potrebbe trovare impiego anche sulle auto a noleggio. In futuro, i clienti potrebbero ritirare o restituire un'auto presso il servizio di noleggio, anche prima dell'orario di apertura o dopo la chiusura. Skoda/Seat - Integrazione indipendente.Non è ancora stato definito quale sistema dovrà diventare di serie per l'integrazione dello smartphone. Apple utilizza "CarPlay", Google "Android Auto" e altri smartphone "Mirror-Link". La maggior parte dei modelli di auto Seat e Skoda supporta tutte le piattaforme, indipendentemente dal loro sistema operativo.VW up - Smartphone come schermo.Per le utilitarie come la VW up, la tecnologia per rendere connesse questo segmento di auto è ancora costosa. Il prezzo base di questo modello è 9.850 euro e, per la maggior parte dei clienti, lo schermo del navigatore integrato nel cruscotto richiede un prezzo troppo elevato. Volkswagen risolve il problema, ricorrendo allo schermo dello smartphone, su cui potranno essere visualizzati anche dati relativi al veicolo, come numero di giri e consumi.INTERNET.L'automobile consente sempre più di navigare su Internet, grazie a smartphone e PC. Riportiamo qui di seguito le ultime "invenzioni" delle case automobilistiche.Opel Karl - Hotspot LTE per le utilitarie.Opel è l'unico produttore che offre una connessione LTE sul segmento di autovetture con prezzo inferiore a 10.000 euro, come ad esempio la Karl. In complesso, otto modelli di auto potranno essere collegate a questo Hotspot. Questa connessione è già inclusa nella dotazione, unitamente al servizio di assistenza personale Opel e il servizio automatico di emergenza automatico, che diventerà obbligatorio dal 2018.Tesla - Update tramite Internet.Occorre più potenza? Nessun problema. Tesla rilascia vari update per i modelli S e X tramite Internet, facendoli pervenire direttamente all'automobile. Con questa modalità, l'azienda americana è in grado di offrire anche una maggiore autonomia per le proprie E-Auto.Mini Cabrio - Segnalatore per la pioggia.Avete lasciato la vostra Cabrio con il tettuccio aperto e inizia a piovere? Sulla Mini Cabrio i sedili non si bagneranno. Un'app intelligente, collegata a un radar che segnala l'arrivo della pioggia, vi avviserà prima che scoppi il temporale.Porsche - Servizio RTTI.Per tutti i vecchi modelli, Porsche offre la possibilità di installare il servizio informativo in tempo reale sul traffico, già incluso nella dotazione di serie delle nuove auto.Tesla Model X - Schermo.Leggere pagine Web in auto non è piacevole. A meno che non si tratti di un auto Tesla che offre uno schermo di grande formato che semplifica enormemente la visualizzazione.ENTERTAINMENT.Nel comparto audio l'evoluzione non è visibile, ma si fa sentire. Se un tempo era sufficiente un autoradio, oggi le auto offrono piccoli impianti prodigiosi.Smart Brabus - JBL-Sound.Il JBL-Soundsystem si compone di otto speaker, che includono un subwoofer rimovibile nel baule, nonché un amplificatore da 240 Watt. Sul modello Fourfour il sistema offre anche due speaker aggiuntivi per toni alti e bassi, sistemati nelle portiere posteriori, che aumentano la potenza complessiva a 320 Watt. Volvo - Spotify.Volvo è la prima casa automobilistica al mondo che integra nelle sue vetture il popolare servizio di musica in streaming Spotify. Per il momento, l'offerta di quest'app sarà possibile sulle auto della serie 90.VW up - Beats by Dr. Dre.Il sistema audio del popolare produttore americano "Beats by Dr. Dre" è in grado di offrire una potenza di 300 Watt ed è costituito da sette speaker, tra cui un potente subwoofer sistemato nell'alloggiamento della ruota di scorta. Opel Adam - Infinity-Sound.L'efficiente sistema offerto dalla Opel Adam può essere ottenuto con un sovraprezzo di soli 400 euro. Si compone di otto speaker realizzati da Infinity, specialista americano per l'audio, e sono in grado di diffondere una potenza di 315 Watt. Il subwoofer, posizionato sotto il pianale del baule al posto della ruota di scorta, eroga ben 90 Watt.Volvo S90 - Bowers & Wilkins.Volvo, per la prima volta, offre un sistema audio di Bowers & Wilkins sulle vetture non appartenenti al segmento di lusso. I 19 speaker, a bordo della S90, sono posizionati in modo ottimale nell'abitacolo della vettura e offrono la migliore resa audio.COMFORT.Le auto moderne sono in grado di muoversi senza intervento del conducente, è possibile parcheggiarle senza essere alla guida e possono essere "sorvegliate" attraverso lo smartphone. Tutto questo è reso possibile da app intelligenti e assistenti digitali.Tesla Model X - AutoPilot.Dopo l'incidente mortale avvenuto negli USA, l'AutoPilot di Tesla (sistema di guida "semi autonoma") ha suscitato aspre critiche. Tutto ciò non ha però cambiato i progetti di Tesla e il sistema per la guida completamente autonoma continuerà ad essere sviluppato, a differenza di quanto invece avviene presso i produttori europei. Il sistema apporterà anche un aumento del comfort.BMW Serie 5 - Comandi tramite gestures.BMW, sulle vetture della nuova serie 5, installa ora il noto sistema di comandi tramite gestures, utilizzato per la serie 7, e prossimamente amplierà anche il numero delle funzionalità. Il sistema è ora in grado di riconoscere più comandi gestuali.BMW Serie 5 - Visuale remota a 360 gradi.BMW offre sullo smartphone una visione tridimensionale in tempo reale della propria auto. I conducenti delle vetture Serie 5 potranno controllare da remoto se attorno all'auto è tutto in ordine. Questa funzionalità è disponibile per ora come optional extra per la nuova BMW Serie 5. Sugli altri modelli il sistema verrà installato in futuro.Audi Q7 e-tron - Acceleratore attivo a due stadi.L'"Assistente di efficienza predittivo", che suggerisce al guidatore quale modalità di guida utilizzare, fornisce informazioni sullo status di marcia del veicolo, sui limiti di velocità o sulla percentuale delle pendenze, avvisando il conducente con una vibrazione nel pedale dell'acceleratore. Tutto questo dovrebbe consentire di risparmiare carburante.Mercedes Classe E - Parcheggiare in modalità remota.La nuova Classe E è in grado di parcheggiare autonomamente tramite un'app dello smartphone. La manovra sarà possibile sia negli stalli di parcheggio trasversali che longitudinali. L'app Mercedes me è gratuita: basterà semplicemente registrare il veicolo.
Fonte PuntoInformatico

Disclaimer

Questo SITO non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo 339.666.60.70 Saranno immediatamente rimossi.

Open in new window

Su Discovery 2 Spazio

Questo sito è fortemente contrario alla caccia

L'ultima Foto

Varie 2015
Image Detail

NASA PICTURES

 Donazione con PayPal

Anche qualche spicciolo per noi significa tanto. Con PayPal o richiedi il numero di PostePay

Il numero di WhatsApp di tutto il gruppo è 340.666.74.51

I consigli di Google

Who's Online

Abbiamo 595 visitatori e nessun utente online

Easy File Uploader


Scudo Geomagnetico

A Diesel e tanti altri...

Da Discovery 2 Radio

Daily

 

 

 

ZAZOOM

Segnala a Zazoom - Blog Directory